admin Staff ha scritto 7 anni fa

Una signora acquista da una Società di Mutuo Soccorso che costruisce loculi nel Cimitero di Caltanissetta il diritto di concessione per n.2 loculi da utilizzare per se e per il proprio marito al momento del decesso.

Purtroppo dopo qualche anno il suo nipotino di 9 mesi muore e, non avendo possibilità di acquistare altri loculi decide di utilizzare il suo loculo per la sepoltura. Adesso muore la signora e il marito vorrebbe tumulare la moglie nel loculo gia occupato dal nipotino insieme allo stesso. E’ una operazione possibile? La signora avendo ceduto il proprio loculo al nipotino ha perso il diritto di sepoltura nel loculo?

Michele

1 Risposte
admin Staff ha risposto 3 anni fa

La redazione says:

Bisogna prima di tutto sapere cosa dice il contratto di concessione stipulato fra la signora e la Società.
Se la signora ha potuto seppellire il nipote al posto suo, sembra che la concessione non sia nominativa.
A questo punto bisogna tener presente che in un loculo può essere collocato un solo feretro, ma quante urne cinerarie (o cassette resti ossei)possano starci assieme fino a capienza, per cui se la signora venisse cremata, le sue ceneri potrebbero essere collocate assieme al feretro del nipote, sempre che non vi siano clausole ostative nel contratto fatto con la Società.
La cremazione è possibile se la signora ha disposto di essere cremata con qualche atto che ne accerti la volontà, ma tale volontà può anche essere dichiarata dagli aventi diritto, discendenti o dal marito.
In Sicilia operano attualmente (2017) 2 impianti di cremazione, a Palermo (non funzionante) e a Messina. Costo della cremazione: € 577,00 se la cassa è solo in legno, € 877,00 se c’è anche la doppia cassa in zinco.