DWQA QuestionsCategoria: Gestione AmministrativaMancato rinnovo di concessione cimiteriale – messa in mora
admin Staff ha scritto 7 anni fa

In caso di mancato rinnovo della sepoltura in concessione, il gestore dei servizi cimiteriali ha titolo per procedere ad estumulazione?

Il Regolamento di Polizia Mortuaria nulla dice riguardo al procedimento da seguire al fine di procedere nel rispetto della legge, quindi in questo caso come si dovrebbe procedere?

si deve mettere in mora il concessionario e dare pubblicità della futura estumulazione in albo pretorio?

Betoncablo spa

1 Risposte
admin Staff ha risposto 3 anni fa

Se il Vs Regolamento comunale nulla dice, si procede come da DPR 285 del 1990, con Ordinanza del Sindaco per regolare le estumulazioni (che sono quelle ordinarie cioè quelle che si eseguono al termine del periodo concessorio).
Nell’ordinanza, firmata dal dirigente preposto al servizio, vengono definiti procedura, tempi, date avvisi ecc.. Nulla vieta che la bozza dell’Ordinanza venga predisposta dal gestore del servizio.
E’ indispensabile informare gli interessati aventi diritto di cosa si va a fare e di cosa possono fare a seguito dell’estumulazione.
Quindi si prepara la modulistica, gli elenchi delle persone da avvisare, le modalità di collocazione dei Resti Ossei e di richiesta di un ossarino ed i costi, definendo ad es.:
– che in mancanza di richieste di collocazione, dopo 3 mesi dall’estumulazione il resto osseo sarà collocato in ossario comune oppure si attenderanno 30 gg dopo la commemorazione dei defunti ecc…
– come procedere se invece di resto osseo si rinvenissero resti mortali (DPR 254 del 2003), con la possibilità della loro sepoltura in terra per 5 anni a costo di operazione x oppure per 2 anni a costo di operazione y.
– che c’è la possibilità di cremazione del resto mortale presso il crematorio xy con cui sarebbe bene fare un contrattino x definire un prezzo per la cremazione del Resto e le modalità di riconsegna ceneri (es. tipo di urna standard, ecc.).
– che il resto cenere può essere dato in affidamento al familiare (se lo aveste normato) oppure disperso in natura (se lo aveste normato) oppure collocato in loculo anche con altra salma (se fossero familiari sia concessionario che defunto) o in un ossarino/cinerario.
Ricordiamoci che più loculi tornano al Comune e più disponibilità ci sarà per nuove sepolture, tra altro senza l’onere di averle costruite ma solo recuperate.
Vedi anche:” Estumulazione a concessione scaduta – procedura