DWQA QuestionsCategoria: Gestione AmministrativaImposta bollo:operazioni cimiteriali, luce votiva, esenzioni
admin Staff ha scritto 8 anni fa

Quesito in merito all’applicazione dell’imposta di bollo, visto anche il DPR 642/71:
le richieste di operazioni cimiteriali (inumazioni/tumulazioni/estumulazioni/traslazioni/rinunce a concessioni) da parte degli utenti a questo Comune sono soggette all’imposta di bollo (ora € 16,00)?

E la richiesta di attivazione luce votiva/variazioni/cessazioni all’impresa (servizio in appalto)?

Esistono esenzioni?

Comune di Castenaso (BO)

3 Risposte
admin Staff ha risposto 9 mesi fa

paolo says:

Ho una concessione di servizio per la gestione delle lampade votive cimiteriali, vorrei sapere se il contratto che stipulo con la richiesta dell’accensione della lampada è soggetto all’imposta di bollo
N.B. i contratti non vengono registrati

admin Staff ha risposto 9 mesi fa

Gianni Oderzo says:

Se non ho capito male, quindi in pratica se la domanda è rivolta alla ditta non si paga il bollo, se è rivolta al comune si paga il bollo.

admin Staff ha risposto 9 mesi fa

La redazione says:

1) le richieste di operazioni cimiteriali sono soggette all’imposta di bollo.
2) la richiesta relative alla luce votiva:
a) nel caso di rapporto economico diretto fra l’utente ed il Comune, sono soggette all’imposta di bollo
b) nel caso il servizio sia stato dato in appalto/concessione a ditta privata e il rapporto economico sia diretto fra l’utente e la ditta, non sono soggette all’imposta di bollo
c) nel caso in cui il servizio sia stato appaltato a Ditta esterna ma il Comune rimane comunque l’intestatario del servizio e magari anche l’intestatario dell’utenza, (ed infine nel caso in cui incassa per conto della Ditta), quindi di fatto il contratto di allaccio votivo è ancora tra Comune ed utente (seppure organizzato, gestito e mantenuto dall’appaltatore), si ritiene indubbio ricadere nel caso a);
d) nei casi ibridi rispetto quelli sopra indicati, il discrimine che si ritiene conveniente considerare è quanto l’Ente appaltante ha ruolo all’interno della gestione dei contratti con l’utenza.
Bisogna dire per completezza che una breve indagine ha portato a rilevare che non tutti i Comuni si attengono a queste modalità di gestione.
3) Esenzioni: l’elenco degli atti esenti da bollo è nel documento allegato clicca qui
Per una visione più completa della normativa in materia viene allegato anche il testo del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642: Disciplina dell’imposta di bollo.
Per una trattazione più completa clicca qui